ItalianoEnglish

Indagini supplementari su apparecchiature di sollevamento

Le verifiche strutturali supplementari su apparecchiature di sollevamento, previste dal D.M. dell’11.04.2011, si applicano ad attrezzature in servizio da oltre 20 anni e consistono in una serie di indagini approfondite - volte a individuare vizi, difetti o anomalie - e nel calcolo dei cicli di vita residua.

Le attrezzature soggette a indagine supplementare sono:

  • autogru
  • gru su autocarro, a torre, a bandiera e a cavalletto
  • sollevatori telescopici
  • piattaforme elevabili aeree 
  • ponti mobili sviluppabili
  • carrelli semoventi a braccio telescopico fisso e girevole
  • scale aeree a inclinazione variabile
  • ponteggi motorizzati sospesi
  • auto sollevanti su colonna
  • ascensori montacarichi da cantiere
  • macchine agricole raccogli frutta
  • apparecchi mobili di sollevamento 
  • apparecchi trasferibili di sollevamento
  • apparecchi fissi di sollevamento

Come da norma UNI ISO 9927-1, i controlli supplementari e le verifiche strutturali comprendono:

  • la valutazione preliminare della classe delle macchine;
  • l’individuazione delle modalità di utilizzo della macchina durante il ciclo di vita;
  • l’esame visivo;
  • verifiche strumentali e controlli non distruttivi (CND);
  • relazione finale sull’ispezione e sulle indagini (firmata dall’ingegnere esperto), corredata di certificato di controllo magnetoscopico eseguito da un operatore certificato Uni EN 473/ISO 9712, nella quale verranno dettagliate le eventuali anomalie e la vita residua dell’attrezzatura.

Sateco sas opera con personale qualificato II e III livello CICPnD, secondo la ISO 9712.

Per ulteriori informazioni potete scaricare il documento allegato.